ARKÉ AZIENDE PUBBLICA AMMINISTRAZIONE FAMIGLIA NEWS
FAMIGLIA
informazioni l'osservatorio legislazione attività
 
 
 
Informazioni
Il primo passo per avere diritto alle agevolazioni della legge ‘68/99 è il riconoscimento della condizione di disabilità della persona da parte degli organismi competenti (commissione medico-sociale ASL per l’invalidità civile).
Successivamente sarà stilata una diagnosi funzionale, un profilo socio lavorativo ed una relazione illustrativa che darà un quadro delle potenzialità ed attitudini professionali della persona (commissione per la legge ’68, presso l’ASL).
Una volta ottenuti questi riconoscimenti il soggetto potrà iscriversi nell’apposito elenco tenuto dagli Uffici Provinciali per il collocamento dei disabili, che dovranno provvedere all’incontro tra domanda ed offerta di lavoro, tenendo nella dovuta considerazione le attitudini professionali del soggetto e le caratteristiche della mansione da svolgere e dell’ambiente di lavoro (collocamento “mirato”).
Per quelle persone che invece non sono immediatamente pronte per entrare in una realtà produttiva, e che necessitano di percorsi di rinforzo personale, di crescita professionale, di ulteriori momenti formativi (i disabili appartenenti alla cosiddetta “fascia di mezzo”), ci sono altre opportunità per prepararsi meglio ad un futuro avviamento al lavoro:
 
corsi finanziati dal Fondo Sociale Europeo;
corsi presso i Centri di Formazione Professionale;
borse lavoro o tirocini S.I.L. (Servizio di Inserimento Lavorativo) presso aziende private o pubbliche amministrazioni;
percorsi di formazione o addestramento (anche con possibilità di tirocinio o borsa lavoro del Comune o del S.I.L.) presso una realtà produttiva protetta, quale una cooperativa sociale di tipo B, come Arkè. 
Arkè ha predisposto, a questo proposito, un percorso complessivo di osservazione, valutazione, formazione, addestramento, accompagnamento della persona che è stato definito “Osservatorio”.